L’inverno dell’Hotel Giulio Cesare

Inizia un periodo di apparente tranquillità in Versilia, arriva l’autunno con i suoi colori e i suoi profumi, con i suoi ritmi rallentati.

Le strade si fanno meno popolose: niente più biciclette o bambini che in estate sfrecciano da un lato all’altro della strada con sorrisi pieni di vita ed allegria, ed una serie di case che si chiudono per proteggersi dalle intemperie e dal vento invernale come fanno gli animali che si preparano per il letargo.

Questa è la parte più triste per chi parte, ma non tutti e non per tutte le abitazioni di Forte Dei Marmi e del Cinquale.

Non per tutte perché questo difficile anno di pandemia ha prodotto anche delle opportunità per chi possiede una casa da ristrutturare, grazie all’ormai arcinoto 110%, un contributo da utilizzare per allineare le abitazioni un po’ agées… alle nuove esigenze di ecosostenibilità ed ecco che tutto intorno si stanno aprendo cantieri operosi, che in un battibaleno stanno “rallegrando” la zona con colpi di martello e stridori di trapani.

Le aziende che operano nel campo dell’edilizia, arrivano da ogni parte d’Italia e si fermano per lunghi periodi per preparare le case alla nuova stagione.

Il loro ritmo lavorativo è pieno di impegni ed è solo alla sera che si possono permettere un po’ di relax e di meritato riposo tra le mura accoglienti delle camere dell’Hotel Giulio Cesare, che rimane sempre aperto tutto l’anno per offrire un servizio pieno di attenzioni affettuose, dalla colazione take away, alla colazione in camera per chi non ha il tempo per gustarsi la ricca colazione offerta ogni giorno,

all’uso della palestra, per tonificare, rilassare, rafforzare i muscoli impegnati ogni giorno in un lavoro ripetitivo e faticoso.

E dopo la lunga settimana piena di impegni ecco il tanto sospirato fine settimana dell’Hotel Giulio Cesare: il weekend d’autunno al Cinquale è sempre pieno di attività, dal trekking sulle Apuane, alle passeggiate a cavallo o lungo la spiaggia dalla sabbia finissima, alle cene nelle trattorie del luogo dove i locali riappaiono come i profumati funghi porcini, dopo mesi di lavoro indefesso.

Ed eccoci qui, anche noi, aperti, come sempre, per offrire il massimo del servizio a chi si prepara alla prossima stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *